Primo piano
notizie, promozioni e iniziative di rilievo

Detrazioni al 65% per gli impianti di domotica

21 Giu 2017

I documenti necessari al riconoscimento della detrazione del 65% possono essere trasmessi telematicamente all'Enea a partire dal 6.09.2016. Nell'ultima legge di Stabilità è stata introdotta un'agevolazione per gli impianti domotici, i cui confini vanno ricostruiti con cautela. Occorre premettere che l'art. 1, cc. da 344 a 347 della legge n. 296/2006, individuava talune categorie di interventi, effettuati entro il 2007, ammessi alle agevolazioni del 55% per l'efficienza energetica. Per ciascuna di tali categorie era previsto un tetto massimo di spesa. Successivamente, le agevolazioni sono state più volte prorogate, da ultimo con l'articolo 14 del D.L. 4.06.2013, n. 63. Tale disposizione ha, inoltre, modificato la percentuale di agevolazione innalzandolaal 65%. Ora, il comma 88 della legge di Stabilità prevede che le detrazioni di cui all'articolo 14 del D.L. 4.06.2013, n. 63si applichino anche per le spese sostenute per l'acquisto, l'installazione e la messa in opera di "dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento, produzione di acqua caldae climatizzazione nelleunità abitative" Si tratta, in sostanza, degli impianti domotici. 

Cos'è il bonus domotica? L'Ecobonus spese domotica 2017 è la possibilità, qualora la misura fosse riconfermata dalla nuova Legge di Stabilità, che consente ai contribuenti di fruire delle agevolazioni Ecobonus, ovvero, della detrazione del 65% IRPEF anche sulle spese effettuate per la domotica o casa intelligente.

La detrazione spese domotica spetta a:
Persone fisiche: titolari di un diritto reale sull’immobile, condomini in merito agli interventi sulle parti comuni condominiali, gli inquilini che hanno in comodato d'uso l’immobile.
Titolari di partita iVA esercenti arti e professioni.
Contribuenti con redditi d’impresa: quindi persone fisiche, società di persone, società di capitali spetta detrazione Ecobonus sull'IRES.
Associazioni tra professionisti;
Enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

 

Per usufruire della detrazione 65% relativa agli impianti domotici, dal 6.09.2016 è necessario l'invio telematico di tutti gli atti necessari all'ENEA che, a tal fine, ha diffuso un'apposita guida sul sito dell'Ente.